Lettere d'amore

I soldati, e più in generale i combattenti, scrivono lettere d'amore. Sulla carta, ancora. Sono fra gli ultimi. A Mosul, un capitano dell'esercito iracheno me ne lesse una, indirizzata alla sua fidanzata che viveva a Baghdad. Mio amore senza fine, le zanzare, di notte, sono cagne…

 


Gli articoli del Senso del taccuino sono accessibili soltanto agli utenti registrati.
Questa sezione è a pagamento: l'abbonamento di 50.- franchi annui (Iva 7.7 % escl.) valido a partire dalla data di ricezione del versamento, ti consentirà di leggere l'integralità dei contributi pubblicati il sabato con frequenza quindicinale.
Se ti registri partendo da un articolo lo potrai leggere subito in omaggio.

nome utente

password

Password dimenticata?

Nuovo abbonamento

registrati